.
tool

CAPITAN WELBY APPRODA A GENOVA

contributo inviato da Mina vagante il 6 marzo 2018



Buona sera a questo pubblico e in particolare a chi ha voluto mettere in scena in questo Teatro schegge di vita di Piergiorgio con cui ho avuto la fortuna di condividere la vita. Non per caso oggi è in ALTROVE. Anch'io, mio malgrado, sono altrove per il semplice motivo che viaggiare in questi giorni è un'impresa. Ho dovuto rinunciare alla mia voglia di essere lì con voi. Lo sento anche come un dovere di continuare quello che Piergiorgio mi ha affidato. Ricordo che in quel pomeriggio del 20 dicembre 2006 gli dissi, vorrei morire con te. Lui mi rispose sorridendo, no, tu c'hai da fa'. Ecco Piero e Mina l'uno per l'altra stanno altrove.

Un tavolo che è culla, piazza, giaciglio, casa, megafono si sposta in vari luoghi, ora è arrivato in ALTROVE, Teatro della Maddalena, dove oggi seguite le tracce della memoria di Piergiorgio Welby.

Sono grata alle associazioni che vi collaborano su vari livelli e promuovono umanità e dignità delle persone. Oltre ai Braccialetti Bianchi, che assistono e curano per il benessere le persone fino alla fine, vi trovo la traccia del nostro grande amico don Andrea Gallo che ci ha accolto con affetto.

Grazie ad Emanuele Vezzoli che ha voluto portare il messaggio di Piergiorgio di vita, libertà e dignità per tutti in questa città portuale. I porti per Piero significarono una meta e luoghi di riposo. Lui si immaginava su una zattera spinta dai venti. Tra cavalloni di onde avverse dei contrari alle libertà di scelta dall'inizio alla fine della vita, con l'Associazione Luca Coscioni siamo riusciti ad aiutare il parlamento a legiferare sul consenso informato e le disposizioni anticipate di trattamenti. Ne sono felice per questo, perchè finalmente era stato adempiuto il desiderio impellente di Piergiorgio. Nella prossima legislatura mi voglio attivare perchè venga aggiunto un articolo che regolamenti la morte volontaria assistita. Oltre il 60% dei cittadini lo chiedono. I diritti non sono fatti di partito, ma sono bene di tutti.

Vi auguro di riuscire ad approfondire i pensieri e l'amore per la vita di Welby che sentirete e vedrete rappresentati in modo spettacolare da parte di Emanuele, perchè alla fine anche il morire di Piero era espressione di amore per la vita e per la libertà di tutti.

Mina Welby
Presidente Associazione Luca Coscioni



commenti:

inserisci un commento


Registrati ora al Cannocchiale per inviare un commento,oppure registrati direttamente al gruppo per partecipare attivamente con i tuoi articoli e post.
Se sei già registrato, effettua prima il login al cannocchiale o al gruppo.




footer